Case-Appartamenti Vacanze: le locazioni turistiche di strutture extra-alberghiere

pubblicato da il 14/05/2016 11:08

La formula degli affitti brevi, dopo essersi radicata all’estero ha iniziato a prendere piede anche in Italia. Molti proprietari di immobili in città d'arte o turistiche stanno ragionando sull'alternativa interessante offerta dallo short rent dato anche la richiesta da parte di una tipologia di turisti in forte aumento: persone in viaggio di lavoro o di studio, in trasferta per Fiere o altri eventi, insomma tutti coloro che transitano nel Bel Paese per poco e desiderano una casa temporanea.

Definizione

L’attività di locazione ad uso turistico di case e appartamenti per vacanza, consistente nell’utilizzo totale o parziale di un immobile o di singole stanze dello stesso ad uso abitativo, locate più volte all’anno allo scopo di soddisfare esigenze abitative di natura temporanea e voluttuaria, è sottratta alla disciplina della legge n° 431 del 1998 ed è disciplinata dalle sole norme del Codice civile, dagli art. 1571 e seguenti. Questo permette alle parti contraenti di avere la più ampia libertà nel predisporre il contenuto del contratto: gli affitti turistici sono, ad esempio, svincolati dagli abituali limiti di durata e determinazione del canone e previsione di una caparra, che sono solo alcuni dei limiti che, invece, sussistono per le tradizionali forme di locazioni ad uso abitativo. L’inquadramento delle specifiche fattispecie contrattuali è comunque rinviato alle disposizioni delle leggi regionali.

 

Attività occasionale o imprenditoriale?

La distinzione tra operazioni esercitate in forma occasionale ed esercizio dell’attività in forma imprenditoriale è fondamentale per poter inquadrare con certezza il reddito che ne deriva, che quindi può essere reddito di fabbricati, reddito d’impresa o reddito diverso per attività commerciale occasionale. Spesso il confine tra le diverse situazioni non è facilmente delineabile. 

Un criterio idoneo a qualificare la natura commerciale o meno dell’attività in esame viene individuato indirizzando l’indagine sulle caratteristiche dell’attività effettivamente svolta. Ne è un esempio la prestazione dei servizi accessori: l’attività ricettiva svolta con erogazione dei soli servizi minimi obbligatori previsti dalle leggi regionali, come ad esempio la fornitura dell’energia elettrica, i servizi di riscaldamento, la fornitura iniziale di biancheria, è configurabile come una locazione immobiliare ad uso abitativo che dà luogo a redditi di fabbricati (art.36 del Tuir). Diversamente, quando vengono erogati ulteriori servizi, propri dell’attività alberghiera, come ad esempio la pulizia dei locali, il cambio giornaliero della biancheria, il servizio di portierato, servizi di ricevimento ospiti, ecc., servizi che, rispetto alla mera locazione, esulano dal semplice rapporto di locazione di immobili, l’attività in essere è produttiva di redditi d’impresa (art. 55 del Tuir) o, se svolta in forma occasionale, di redditi diversi (art. 67 del Tuir). Ciò in quanto, tale attività ricettiva, sostanziandosi nella prestazione di una molteplicità di servizi a favore della clientela, è inquadrabile come turistico alberghiera.

Tuttavia, i privati che, occasionalmente, affittano alloggi a turisti, con o senza servizi aggiuntivi, non hanno alcun obbligo ai fini IVA purchè non esercitino l’attività a livello abituale e professionale: l’occasionalità o meno di tale attività può essere ravveduta nel numero di unità abitative locate da ciascun proprietario. 

A tale riguardo, dal punto di vista degli adempimenti fiscali, la locazione di uno/due appartamenti quando non vengono forniti servizi aggiunti “alberghieri”, comporta la predisposizione del modello Unico PF e la compilazione del quadro relativo ai redditi dei fabbricati e altri dati, mentre, se vi è la fornitura dei suddetti servizi va compilato il quadro relativo ai corrispettivi derivanti da attività commerciali non esercitate abitualmente. Quando, invece, gli appartamenti locati sono in numero superiore a due e vengono forniti servizi “alberghieri”, è necessaria l’apertura della Partita Iva, con conseguenti obblighi di soggettività passiva ai fini IVA.

Durata e contratti

Quale che ne sia la durata, il contratto di locazione ad uso turistico deve essere redatto in forma scritta, a pena di nullità, e deve contenere tutti i dati relativi dell’immobile e i contraenti. Nell’ipotesi in cui la durata della locazione sia superiore ai 30 giorni (considerando anche contratti tra le stesse parti stipulati per periodi diversi relativi agli stessi immobili)  sussiste l’obbligo di registrazione del contratto all’Agenzia delle Entrate, con il pagamento della relativa imposta di registro, tranne nel caso in cui il locatore decidesse di esercitare l’opzione per la cedolare secca. 

Obbligo di notifica degli Alloggiati anche per i privati

Quando l’immobile è locato a cittadini non comunitari, è richiesta la comunicazione di cessione del fabbricato all’Autorità locale di Pubblica Sicurezza entro 48 ore dalla consegna dell’immobile, per non incorrere nelle sanzioni previste dalla legge.
Nel caso in cui il conduttore sia, invece, un soggetto UE la cessione di un fabbricato per fini di locazione turistica deve essere comunicata solo in presenza di una locazione superiore ai trenta giorni con l’eccezione in cui il locatore abbia provveduto alla regolare registrazione del contratto. Tuttavia, anche per i privati, per le case vacanze, la Polizia di Stato ha previsto la comunicazione attraverso le schedine per gli alloggiati.
Infine, qualora l’immobile sia dotato di impianto di riscaldamento, le attuali disposizioni normative prevedono l’obbligo della predisposizione dell’attestato di certificazione energetica (il c.d. APE), pena l’irrogazione di una sanzione amministrativa.

Troppo tempo per inserire i dati su Alloggiati Web della Polizia di Stato?

Beh a questo ci pensa Cloud-hotel. Utilizzando la nostra piattaforma Gestionale potrai far compilare la schedina della Polizia ai tuoi clienti prima del loro arrivo. In pratica è il cliente stesso che registra i documenti comodamente da casa, a voi il solo compito di controllarli e di trasmetterne il file precompilato alla Polizia tramite il servizio Alloggiati Web.

Registrati e prova subito e GRATIS i nostri servizi! 

 


Lascia un Commento

Il tuo hotel nel web

Cloud-hotel.it è un software molto semplice da utilizzare che consente la gestione delle strutture ricettive turistiche come hotel - alberghi, b&b - bed and breakfast, agriturismo, ostelli, residence, case vacanza, affittacamere, campeggi ecc ... Caratteristiche

Registrati gratis

Vantaggi
Perchè sceglierlo?

  •  
    • Amministrazione semplice e veloce
    • Facile da usare
    • Potente e flessibile
    • Gestione avanzata del magazzino
    • Creazione e stampa fattura
    • Si integra facilmente all'interno del vostro sito
    • Assistenza via mail, skype e forum

  •  

    • Il tuo hotel nella "Nuvola" sempre accessibile
    • Piattaforma di booking integrabile nel tuo sito
    • Crea un contatto diretto tra albergatori e clienti
    • Zero commissioni sulle prenotazioni

Copyright © 2013 Cloud-hotel. Tutti i diritti riservati. proudly powered by Hsweb.it - P.I. 03231300785

Follow us

Sei alla ricerca di un buon software per il tuo Hotel? Il software gestionale hotel completo e flessibile che soddisfa e esigenze di organizzazione e controllo delle strutture ricettive con booking online e revenue management, cloud hotel e' un software gestionale completo e facile da usare per hotel, b&b, agriturismi, campeggi, case vacanze. Il gestionale b&b che cercavi semplice da usare esiste ed è cloud!
E' lo strumento perfetto per la gestione online di piccoli e grandi Hotel, Alberghi, bed and breakfast, Agriturismi, Pensioni, Affittacamere; tra le sue funzioni principali: catalogo camere, planning prenotazioni, rubrica clienti, schedine di pubblica sicurezza, modelli istat mensile e giornaliero, web checkin.
Programma gestionale alberghiero per strutture ricettive economico adatto per hotel bed and breakfast ed agriturismo con tutte le funzioni dei grandi gestionali ad un prezzo accessibile con molti servizi a supporto dei clienti. Ormai uno dei migliori gestionali alberghieri sul mercato.
Gestire la tua struttura con il software gestionale hotel Cloud hotel è sinonimo di efficienza sicurezza e innovazione. Oltretutto fino a 5 camere il gestionale hotel è gratuito.
Si hai letto bene, è free, gratis.
Il nostro programma gestionale è adatto sia ai piccoli bed and breakfast che ad alberghi e strutture ricettive con molte camere. cloud Hotel è un software di gestione alberghiera funzionante su piattaforma web, l'unico requisito richiesto é una connessione ad internet ed un browser.

Cloud hotel é adatto anche a gestire appartamenti, condomini, residence turistici. Se sei alla ricerca di un software di gestione per appartamenti turistici prova subito cloud hotel, il gestionale web based per appartamenti e gestione immobiliari di affitti brevi piú versatile e completo sul mercato.In Italia negli ultimi anni, il mercato degli affitti brevi sta registrando un vero e proprio boom di richieste. Il programma di gestione alberghiera e appartamenti Cloud-hotel fornisce tutti gli strumenti informatici per avviare e gestire un'attività ricettiva o un appartamento o alloggio di qualsiasi tipo in proprio. I destinatari di questi servizi sono: da chi possiede una proprietà e vuole gestirla da solo, a chi ne possiede due o tre e vuole migliorare le proprie tecniche di gestione, fino a chi gestisce interi residence e/o case vacanze ad uso turistico. Cloud hotel il miglior software di gestione concepito per soddisfare tutte le esigenze di chi opera nel settore degli affitti brevi.